logo racing
racing
gennaio 10, 2017 - Peugeot

Peugeot alla Dakar 2017 - Le Peugeot 3008dkr in testa alla tappa marathon

Nonostante le condizioni difficili affrontate ieri nella tappa 7 della #dakar, che ha segnato la ripresa della gara dopo la giornata di riposo e la prima parte della tappa marathon, le PEUGEOT 3008DKR di PETERHANSEL / COTTRET e LOEB / ELENA hanno concluso questa tappa in testa, mantenendo i primi due posti nella classifica generale provvisoria. La seconda settimana di corsa della #dakar è cominciata con una notevole difficoltà: la tappa marathon che priva i concorrenti di ogni tipo di assistenza al bivacco di Uyuni. Gli equipaggi devono affrontare i 1.693 km delle tappe 7 e 8 potendo contare solo sulle loro forze a livello tecnico. Dopo le avverse condizioni meteo che di recente hanno colpito la regione di La Paz, la tappa 7 di ieri è stata modificata, passando dai 332 km cronometrati previsti originariamente ai 161 km di speciale. L’equipaggio PETERHANSEL / COTTRET ha vinto la sua seconda tappa dall’inizio di questa #dakar, precedendo la coppia LOEB / ELENA che faceva da apripista. Leader in classifica generale provvisoria, hanno incrementato il loro vantaggio di 48 secondi. Invece, la coppia DESPRES / CASTERA ha perso 9 minuti ed ha ceduto una posizione in classifica generale. Ora è quarta, dietro a Nani Roma. In questa prima parte della tappa marathon, in cui è stato fondamentale preservare la propria #auto, le PEUGEOT 3008DKR non hanno mostrato grandi problemi tecnici. I piloti hanno effettuato un controllo standard della vettura, secondo una procedura che hanno già sperimentato. TIPO DI TERRENO: pista sabbiosa con una navigazione complicata. CONDIZIONI DI GUIDA: condizioni umide con sabbia compatta e praticabile DATI METEO: 5° e grandine sulla tratta di collegamento 2 CLASSIFICA TAPPA 7 1. PETERHANSEL Stéphane (FR) / COTTRET J-P. (FR), PEUGEOT 3008DKR, 1h 54min 08s 2. LOEB Sébastien (FR) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, + 48s 3. DE VILLIERS Giniel (ZAF) / VON ZITZEWITZ Dirk (ZAF), Toyota Hi-Lux, +3min 33s 4. HIRVONEN Mikko (FIN) / PERIN Michel (FR), MINI, +5min 03s 5. ROMA Nani (SP) / HARO BRAVO Alex (SP), TOYOTA, +5min 32s 7. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FR), PEUGEOT 3008DKR, +9min 07s CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA DOPO LA TAPPA 7 1. PETERHANSEL Stéphane (FR) / COTTRET J-P. (FR), PEUGEOT 3008DKR, 15h 57min 06s 2. LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, +1min 57s 3. ROMA Nani (ESP) / HARO BRACO Alex (ESP), Toyota Hi-Lux, +11min 07s 4. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FR), PEUGEOT 3008DKR, +14min 01s 5. HIRVONEN Mikko (FIN) / PERIN Michel (FR), MINI, +47min 24s COMMUNICATO STAMPA 10/01/2017 DAL BIVACCO #stephanepeterhansel (PEUGEOT 3008DKR 300) Vincitore della tappa / 1° in classifica generale « E’ stata una bella speciale, non facile, molto impegnativa a livello di navigazione. C’erano alcune zone con sabbia morbida, non grosse dune, ma in altitudine perdevamo potenza. Siamo stati un po’ avvantaggiati perché potevamo seguire le tracce di Sébastien e di Nani. Quanto a noi, non abbiamo commesso errori. E’ la seconda tappa vinta nel rally… raccogliamo tutto quello che possiamo. Dopo faremo i conti. Oggi, 10 gennaio, faremo da apripista, il che non gioca necessariamente a nostro favore. Abbiamo effettuato una serie di verifiche sull’auto in assenza dei meccanici. Una delle cose che abbiamo fatto è stata quella di invertire le ruote » Sébastien LOEB (PEUGEOT 3008DKR 309) 2° della tappa / 2° in classifica generale « All’inizio, la navigazione sulle dune è stata difficile, c’erano dei punti di controllo non facili da trovare. Ma abbiamo fatto un buon lavoro. Ci siamo persi poche volte e abbiamo sempre ritrovato subito la strada. Alla fine posso dire che è stata una bella tappa! Non ci siamo fatti superare e questo è un buon segno. E’ stato il tipo di speciale in cui Stéphane è fortissimo. Non abbiamo di che lamentarci » Cyril DESPRES (PEUGEOT 3008DKR 307) 7° della tappa / 4° in classifica generale « Abbiamo perso un po’ di tempo senza avere particolari problemi, tranne un errore commesso in un fuoripista. Non abbiamo trovato la traccia giusta. Abbiamo percorso 11 chilometri nell’erba alta. Sébastien e Stéphane sono stati velocissimi. Attraversando l’erba fitta abbiamo rovinato un po’ la carrozzeria posteriore. Non è stata una giornata fantastica, ma non mi lascio demoralizzare »

Filtro avanzato