logo racing
racing
aprile 10, 2017 - Maxxis

A Lamezia Terme vincono Lupino e Cervellin, Monticelli conquista una manche al fotofinish

Il secondo round del #maxxis FIAT Professional Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 andato in scena a #lameziaterme ha proposto una gara combattuta e ricca di colpi a sorpresa: la pista Oasi del Mediterraneo, preparata con estrema cura dall’omonimo #moto club lametino, si è rivelata dura ed impegnativa, con caratteristiche tecniche da evento mondiale e capace di mettere alla prova piloti e #moto.

A vincere sono stati #michelecervellin (Honda Team Martin FF.OO.), primo della #mx2, ed #alessandrolupino (Honda Redmoto Assomotor FF.OO.), che ha fatto suo il podio più alto della #mx1, ma lo spettacolo sulla pista calabrese ha visto in scena altri grandi attori, tra cui Ivo Monticelli (KTM Marchetti Racing), Alberto Forato (Honda RedMoto Assomotor), Simone Furlotti (Yamaha SM Action), Morgan Lesiardo (MaggioraPark) e Giuseppe Tropepe (Suzuki Valenti Jtech) nella #mx2, e David Philippaerts (Yamaha SDM), Matteo Bonini (Kawasaki GDO) nella #mx1.

Nella #mx1 #alessandrolupino ha comandato per intero la prima manche della giornata inseguito fino al quattordicesimo dei sedici giri da David Philippaerts, in rapida rimonta dalla sesta alla seconda posizione. Ma proprio al quattordicesimo giro, la #moto di Philippaerts ha accusato un problema tecnico che lo ha costretto al ritiro. La seconda piazza è andata quindi al coriaceo Matteo Bonini, in zona podio fin dalle prime battute, che ha saputo mantenere la posizione fino al traguardo. Terzo in gara 1 il francese Simon Mallet (Honda), buon quarto Nicola Recchia (Yamaha CDP Cortenuova)

In gara 2, Lupino è partito al rallentatore segnando il suo passaggio in decima posizione al secondo giro; la rimonta è stata però molto efficace, ed in dieci tornate è riuscito a risalire fino al sorpasso di Mallet e poi di Philippaerts che aveva conquistato il comando. Per gli altri giri fino al traguardo, il terzetto al comando ha visto in testa Lupino, secondo Philippaerts e terzo Matteo Bonini, risalito dalla settima posizione.

Le due combattute manche della #mx2 hanno proposto un doppio duello per Cervellin che ha dovuto misurarsi nella prima frazione con Alberto Forato e nella seconda con un coriaceo Ivo Monticelli, capace quest’ultimo di soffiargli la vittoria a pochi metri dal traguardo.
In gara 1, Cervellin e Forato si sono scambiati un paio di volte il comando, e dall’undicesimo dei sedici giri il pilota delle Fiamme Oro ha preso lo scettro per non mollarlo più, lasciando la seconda piazza a Forato. Dietro di loro si succedevano i colpi di scena, con Monticelli che cadeva per ben tre volte, e Lesiardo, Tropepe e Isdraele che dopo una combattuta manche chiudevano nell’ordine in terza, quarta e quinta posizione.

Il secondo match della #mx2 è stato quello del riscatto di Monticelli: partito in testa ha tenuto la posizione fino all’undicesimo giro per poi cedere all’attacco di Cervellin. Un sorpasso, ma non una resa per Monticelli, che, incollato alla ruota posteriore del pilota #honda, ha lanciato un attacco a sorpresa all’ultimo metro durante una fase di doppiaggio, guadagnando la vittoria sul filo di lana per soli 9 centesimi di vantaggio. In gara 2 #mx2 buon terzo posto, dopo una bella rimonta, per Simone Furlotti, che non era stato così efficace nella prima frazione dove ha chiuso solo ottavo. Ancora quarto anche in gara 2 Giuseppe

Tropepe, che per molti giri ha occupato le terza piazza. Quinto Ivan Petrov (Husqvarna Team 8Biano), sesto Lesiardo, settimo Forato. 

Il secondo round del #maxxis FIAT Professional Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 andato in scena a #lameziaterme ha proposto una gara combattuta e ricca di colpi a sorpresa: la pista Oasi del Mediterraneo, preparata con estrema cura dall’omonimo #moto club lametino, si è rivelata dura ed impegnativa, con caratteristiche tecniche da evento mondiale e capace di mettere alla prova piloti e #moto.

A vincere sono stati #michelecervellin (Honda Team Martin FF.OO.), primo della #mx2, ed #alessandrolupino (Honda Redmoto Assomotor FF.OO.), che ha fatto suo il podio più alto della #mx1, ma lo spettacolo sulla pista calabrese ha visto in scena altri grandi attori, tra cui Ivo Monticelli (KTM Marchetti Racing), Alberto Forato (Honda RedMoto Assomotor), Simone Furlotti (Yamaha SM Action), Morgan Lesiardo (MaggioraPark) e Giuseppe Tropepe (Suzuki Valenti Jtech) nella #mx2, e David Philippaerts (Yamaha SDM), Matteo Bonini (Kawasaki GDO) nella #mx1.

Nella #mx1 #alessandrolupino ha comandato per intero la prima manche della giornata inseguito fino al quattordicesimo dei sedici giri da David Philippaerts, in rapida rimonta dalla sesta alla seconda posizione. Ma proprio al quattordicesimo giro, la #moto di Philippaerts ha accusato un problema tecnico che lo ha costretto al ritiro. La seconda piazza è andata quindi al coriaceo Matteo Bonini, in zona podio fin dalle prime battute, che ha saputo mantenere la posizione fino al traguardo. Terzo in gara 1 il francese Simon Mallet (Honda), buon quarto Nicola Recchia (Yamaha CDP Cortenuova)

In gara 2, Lupino è partito al rallentatore segnando il suo passaggio in decima posizione al secondo giro; la rimonta è stata però molto efficace, ed in dieci tornate è riuscito a risalire fino al sorpasso di Mallet e poi di Philippaerts che aveva conquistato il comando. Per gli altri giri fino al traguardo, il terzetto al comando ha visto in testa Lupino, secondo Philippaerts e terzo Matteo Bonini, risalito dalla settima posizione.

Le due combattute manche della #mx2 hanno proposto un doppio duello per Cervellin che ha dovuto misurarsi nella prima frazione con Alberto Forato e nella seconda con un coriaceo Ivo Monticelli, capace quest’ultimo di soffiargli la vittoria a pochi metri dal traguardo.
In gara 1, Cervellin e Forato si sono scambiati un paio di volte il comando, e dall’undicesimo dei sedici giri il pilota delle Fiamme Oro ha preso lo scettro per non mollarlo più, lasciando la seconda piazza a Forato. Dietro di loro si succedevano i colpi di scena, con Monticelli che cadeva per ben tre volte, e Lesiardo, Tropepe e Isdraele che dopo una combattuta manche chiudevano nell’ordine in terza, quarta e quinta posizione.

Il secondo match della #mx2 è stato quello del riscatto di Monticelli: partito in testa ha tenuto la posizione fino all’undicesimo giro per poi cedere all’attacco di Cervellin. Un sorpasso, ma non una resa per Monticelli, che, incollato alla ruota posteriore del pilota #honda, ha lanciato un attacco a sorpresa all’ultimo metro durante una fase di doppiaggio, guadagnando la vittoria sul filo di lana per soli 9 centesimi di vantaggio. In gara 2 #mx2 buon terzo posto, dopo una bella rimonta, per Simone Furlotti, che non era stato così efficace nella prima frazione dove ha chiuso solo ottavo. Ancora quarto anche in gara 2 Giuseppe

Tropepe, che per molti giri ha occupato le terza piazza. Quinto Ivan Petrov (Husqvarna Team 8Biano), sesto Lesiardo, settimo Forato. 

Filtro avanzato