logo racing
racing
maggio 29, 2017

La doppia vittoria delle S60 Polestar al Nurburgring rafforza il primato di Volvo nel WTCC e ne legittima le ambizioni iridate

L’appuntamento del campionato FIA World Touring Car Championship sulla pista più probante e impegnativa del mondo si è concluso in maniera trionfale per #volvo e il team #polestar Cyan #racing, che ha raccolto il risultato migliore della sua storia agonistica nel #wtcc con due vittorie e un record sul giro.

 

Thed Björk ha vinto la prima gara mentre il suo compagno di squadra Nicky Catsburg, autore di una fantastica pole il sabato, si è imposto in gara due.

 

La vittoria consolida la posizione di #volvo in testa alla classifica costruttori all’approssimarsi della metà stagione e consente a Catsburg di portarsi in testa alla graduatoria piloti con Björk al terzo posto a otto punti di distacco.

 

“È stata una gara fantastica”, ha commentato Nicky Catsburg. “La macchina è andata a meraviglia e sono riuscito a tenere a bada gli avversari e a controllare la gara. Questo è il mio circuito preferito e avere conquistato una vittoria qui è uno dei migliori risultati della mia carriera. E per di più mi trovo in testa al campionato piloti mentre #volvo è al comando in quello Costruttori, che è anche l’obiettivo principale della nostra stagione”.


Ma il weekend Tedesco ha fatto registrare un altro primato del tutto speciale per #volvo e per Catsburg. Nel corso delle prove ufficiali, infatti, il pilota #volvo ha fatto segnare il giro più veloce di sempre per un’auto #wtcc sui 25 Km del tracciato che combina Nürburgring Nordschleife e pista GP F1 attuale, con il tempo di 8’34”813. E questo il giorno dopo avere rivelato il giro record fissato dalla #volvo S60 PCP3 stradale nel corso dei test di sviluppo.

 

Onori anche per il quattro volte campione STCC Thed Björk, che partito dalla sesta posizione in griglia ha finito per vincere gara uno a suon di sorpassi. Un risultato che gli consente un terzo posto in campionato a otto punti dalla vetta: “Ho fatto un’ottima partenza e già alla prima curva da sesto ero risalito al terzo posto. Ho fatto un’ottima gara usando bene le scie e credo sia una delle mie vittorie più belle. E devo dire che vincere qui dopo aver vinto anche a Monza quest’anno mi fa sentore piuttosto orgoglioso…”, ha detto Thed Björk.

 

Sfortunato invece Néstor Girolami, terzo pilota del team #polestar Cyan #racing, che è stato vittima di una pericolosissima foratura in gara uno mentre si trovava lanciato a oltre 200 km/h. L’incidente che ne è derivato ha messo fuori uso la macchina anche per la seconda gara ma fortunatamente ha lasciato il pilota illeso anche se amareggiato: “Ho forato su un tratto velocissimo, non c’è stato nulla da fare. Adesso devo solo dimenticarmi questo sfortunato episodio e concentrarmi sulla prossima gara in Portogallo. Ma sono felice per i miei compagni di squadra”, ha commentato Girolami.

 

“Non possiamo che essere soddisfatti del weekend al Nurburgring. Abbiamo speso molto tempo su questa pista in fase di sviluppo della nostra macchina, ma anche lavorando molto sulla messa a punto delle #polestar stradali. Adesso che abbiamo capitalizzato nel migliore dei modi tutto il lavoro svolto è semplicemente entusiasmante. Nicky, Thed, Néstor e tutti i ragazzi del team hanno fatto un lavoro egregio ed è chiaro che a questo punto guardiamo con ancora più convinzione alla possibilità di conquistare il titolo iridato, obiettivo che ci eravamo prefissati all’inizio della stagione e che è dunque più che mai confermato” ha commentato Alexander Murdzevski, Capo della divisione Motorsport di #polestar.


Filtro avanzato