logo racing
racing
luglio 31, 2017 - Suzuki Auto

Esordio con podio di Jimmy Ghione, per la prima volta pilota Suzuki alla SWIFT Cup Europe

  • L’inviato di Striscia la Notizia è stato pilota e portacolori di #suzuki Italia nella prima tappa italiana dell’evento europeo, che si è svolto all’International Raceway di #adria (RO).
  • Jimmy Ghione ha trovato un feeling immediato con #suzuki #swift, terminando secondo in gara 1 e quarto in gara 2.
  • La #swiftcupeurope si conferma una palestra ideale per far emergere giovani talenti dell’automobilismo.

Sabato 29 luglio l’International Raceway di #adria (RO) ha ospitato la prima tappa italiana della SWIF Cup Europe, il combattuto trofeo monomarca animato da quattordici #suzuki #swift Sport 1.6. L’evento ha avuto come ospite d’onore e protagonista di spicco #jimmyghione, celebre volto televisivo e grande appassionato di motorsport che, nell’occasione, ha vestito i panni di pilota e #ambasciatore di #suzuki Italia.

L’inviato di Striscia la Notizia ha realizzato il secondo miglior tempo nella prima manche e il quarto nella seconda, dimostrando ancora una volta di essere a suo agio al volante, come davanti alle telecamere.

Il secondo posto, ottenuto da #jimmyghione nella prima frazione della #swiftcupeurope, dietro al leader del campionato Molnár Bendegúz, è un risultato di assoluto rilievo tra concorrenti esperti della vettura da diverse stagioni.

Fabbrica di talenti

Dal 2006, #swiftcupeurope rappresenta una delle serie più vivaci dell’Europa centrale. Gli appuntamenti si svolgono soprattutto in Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria, nazione dove è nato il trofeo e con cui #suzuki ha un profondo legame.

La Casa di Hamamatsu ha un importante stabilimento a Esztergom e negli anni Duemila è sempre stata tra i marchi leader del mercato ungherese.

Sono molti i fattori che rendono speciale e avvincente la #swiftcupeurope: tutte le #swift del trofeo hanno prestazioni uguali e, per emergere, i concorrenti possono contare solo sulla tecnica di guida e sulla capacità nel mettere a punto il mezzo. Per assicurare il massimo equilibrio dei valori in pista ciascuno può, inoltre, accedere ai dati della telemetria dei rivali. Ciò aiuta a comprendere meglio l’efficacia delle diverse regolazioni e ad affinare la propria sensibilità.

I piloti possono scegliere se acquistare la #swift o se noleggiarla per l’intera stagione, ad un prezzo omnicomprensivo di circa 25.000 – 30.000 Euro.

Con queste caratteristiche, la #swiftcupeurope rappresenta l’ambiente ideale per la crescita dei campioni europei di domani, il cui regolamento permette ai piloti ungheresi di partecipare già a soli 12 anni.

Ad oggi sono già numerosi i piloti cresciuti con la #swiftcupeurope, che si stanno affermando nelle categorie superiori del motorsport. Tra i vincitori del passato vanno ricordati, per esempio, Norbert Michelisz, pilota di primo piano del WTCC, e Norbert Kiss, autore di ottimi piazzamenti nel truck #racing della FIA ETRC.

La #swiftcupeurope e l’attività di #suzuki Italia nel motorsport sono accumunate dall’attenzione per i giovani: per il 2017 #suzuki Italia patrocina, infatti, la decima edizione della #suzuki Rally Cup e la quarta del #suzuki Rally Trophy. Questi monomarca, che si corrono sempre con le #suzuki #swift, rappresentano un contesto ideale per far emergere nuovi giovani piloti.

Foto e video dell’evento sono disponibili sulla piattaforma Lulop, nell’area dedicata a #suzuki Italia, cui si può accedere cliccando il seguente link.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’9° posto nella classifica mondiale dei Costruttori Automobili, con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio #suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di #suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene #suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce la prima automobile a marchio #suzuki.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

News correlate

settembre 22, 2017
settembre 15, 2017
settembre 07, 2017

Filtro avanzato