logo racing
racing
agosto 14, 2017 - Pirelli

Pirelli presenta le soluzioni che scenderanno in pista in Germania per il nono round del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike


Klettwitz (Germania), 14 agosto 2017 – Dal 18 al 20 agosto 2017, Pirelli torna in scena presso il circuito tedesco EuroSpeedway Lausitz per il nono round stagionale del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike.
Dopo l’appuntamento californiano di Laguna Seca a cui hanno preso parte solo i piloti della classe WorldSBK, in Germania saranno nuovamente presenti tutte le categorie del Campionato di ritorno alle competizioni dopo l’ultimo round disputato a Misano Adriatico lo scorso giugno.
 
Per questo round Pirelli metterà a disposizione dei piloti alcune nuove soluzioni di sviluppo. In particolare per la classe WorldSBK ci sarà una nuova soluzione di sviluppo anteriore (W0657) con una mescola particolarmente morbida che dovrebbe assicurare un elevato livello di grip e, in caso di maltempo, un nuovo pneumatico posteriore da bagnato sviluppato da Pirelli nella misura 200/60, la stessa utilizzata anche per i pneumatici slick.
Novità anche nella classe WorldSSP con un nuovo anteriore in mescola morbida, la W0378, che utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma ma con un diverso processo costruttivo.
 
L’EuroSpeedway Lausitz sorge vicino a Klettwitz, frazione del comune di Schipkau nella regione della Lusazia, dalla quale prende anche il suo nome.
Conosciuto in passato come Lausitzring , questo tracciato è stato inaugurato nel 2000 ed è il più recente complesso realizzato in Germania per ospitare competizioni motoristiche a due e quattro ruote. Caratteristiche del circuito sono l’impontente tribuna Grandstand che offre una visuale a 360° sul circuito e la possibilità di offrire ben tredici diverse configurazioni. In quella utilizzata dalle classi del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike la lunghezza del giro è di 4265 metri con quattordici curve, di cui otto a sinistra e sei a destra. La larghezza massima della pista è pari a 18,5 metri con la prima curva verso sinistra, mentre il pilota in pole position parte dal lato destro della pista.
 
Nella classe WorldSBK il Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) si presenta a questo appuntamento in testa alla classifica generale con un bottino di 341 punti, 59 in più del compagno di squadra Tom Sykes e 115 in più del ducatista Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), terzo a quota 226 punti. Lo scorso anno sul circuito tedesco proprio quest’ultimo ha dominato Gara 1 mentre Rea ha ottenuto la vittoria sotto la pioggia in Gara 2.
Nel Campionato Mondiale FIM Supersport a guidare la classifica è il francese Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP Team) con 105 punti ma il turco della Kawasaki Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing) ha vinto le ultime quattro gare di Campionato ed ha un distacco di soli 5 punti dal pilota Yamaha. Più distaccati, ma sempre in gioco per il titolo, Sheridan Morais e Jules Cluzel.
Nella SSP300 e nella STK1000 tutto da decidere con l’olandese Scott Deroue (MTM HS Kawasaki) attuale leader della classifica della nuova entry class e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) in testa al Campionato Europeo per moto stock.
 
 
Le soluzioni per le classi WorldSBK e WorldSSP

Pirelli porta all’EuroSpeedway Lausitz un totale di 4788 pneumatici per far fronte alle necessità delle quattro classi del Campionato.
 
Nella classe regina del WorldSBK saranno ben tredici le soluzioni a disposizione dei piloti, di cui otto slick da asciutto e cinque opzioni da bagnato.
Per quanto riguarda le soluzioni da asciutto, oltre al pneumatico posteriore da qualifica, che può essere utilizzato esclusivamente nella seconda sessione di Superpole®, i piloti possono scegliere per le gare tra quattro soluzioni anteriori e tre posteriori.
All’anteriore, oltre alle SC1 (morbida) e SC2 (media) di gamma, sarà presente la soluzione di sviluppo SC1 V0952 che è già stata portata anche nei round di Aragón, Assen, Imola, Donington, Misano e Laguna Seca e che utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma ma presenta differenti soluzioni strutturali. La quarta soluzione è costituita dalla nuova SC1 di sviluppo W0657 che utilizza una mescola ancora più morbida di quella della SC1 di gamma e che per questo motivo dovrebbe assicurare un livello di grip all’anteriore ancora più elevato.
Per il posteriore, Pirelli si affiderà a tre soluzioni già utilizzate e conosciute dai piloti. La più morbida sarà la SC0 di sviluppo W0575 introdotta a Laguna Seca e che utilizza la stessa mescola della SC0 di gamma ma soluzioni e accorgimenti strutturali già utilizzati con successo in passato. A questa soluzioni si affiancheranno due SC1 di sviluppo: la W0051, già usata a Motorland Aragón e ad Assen, che utilizza una mescola diversa rispetto alla soluzione di gamma in grado di garantire un'usura più omogenea e una maggiore tenuta meccanica, e la V1199, disponibile anche ad Assen, Imola, Donington Park e Misano e che utilizza una mescola SC1 con particolari accorgimenti strutturali.
 
Come sempre, in aggiunta ai pneumatici da asciutto a disposizione dei piloti in caso di maltempo ci saranno pneumatici intermedi e da pioggia, in particolare a Lausitzring Pirelli ha portato anche un nuovo pneumatico da bagnato posteriore di sviluppo, la specifica W0461, in misura maggiorata 200/60 che è la stessa dei pneumatici slick.
 
Nel WorldSSP, oltre alle consuete soluzioni da bagnato, i piloti potranno contare su sei soluzioni da asciutto, quattro per l’anteriore e due per il posteriore.
Per quanto riguarda l’anteriore, oltre alle SC1 e SC2 di gamma Pirelli conferma la SC1 di sviluppo V1267, che utilizza la mescola della SC1 di gamma del prodotto slick ma con un diverso processo costruttivo e che è già stata utilizzata anche nei round di Donington Park e di Misano. La quarta soluzione è costituita dalla una nuova SC1 di sviluppo, la W0378, che utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma ma con un diverso processo costruttivo di disposizione della mescola sulla carcassa.
Al posteriore i piloti potranno scegliere tra la SC0 di gamma e la SC1 di sviluppo V1201. Quest’ultima è una soluzione media di sviluppo che utilizza la medesima mescola della SC1 di gamma rispetto alla quale dovrebbe garantire una migliore resistenza meccanica alle basse temperature. Ha debuttato a Motorland Aragón ed è stata portata anche ad Assen, Imola e Misano.
 
 
Le statistiche 2016 Pirelli per Lausitzring
 
• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 5020
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 6 anteriori e 8 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 39 anteriori e 39 posteriori
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 5 anteriori e 5 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 26 anteriori e 25 posteriori
 
• Best Lap Awards Superbike vinti da: Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati),in 1'37.357 (Gara 1, 2° giro) e da Xavi Forés (Barni Racing Team), in 1'56.386 (Gara 2, 13° giro)
 
• Best Lap Awards Supersport vinto da: Niki Tuuli (Kallio Racing),in 1'41.035 all’8° giro
 
• Temperatura in Gara 1: aria 20° C, asfalto 28° C
 
• Temperatura in Gara 2: aria 12° C, asfalto 18° C
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 288,1 km/h, realizzata da Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) al 21° ed ultimo giro
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 255,9 km/h, realizzata da Hikari Okubo (CIA Landlord Insurance Honda) al 18° giro.

Filtro avanzato