logo racing
racing
agosto 21, 2017 - Husqvarna

MXGP: Gautier Paulin sul podio nel GP di Svezia

Salendo sul #podio per il secondo weekend consecutivo, #gautierpaulin ha conquistato un terzo posto di giornata nel difficile GP di #svezia. I 40 preziosi punti raccolti dal pilota #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing lo lanciano a sole 4 lunghezze dalla seconda posizione provvisoria del Campionato del mondo di Motocross #mxgp 2017. 

Veloce e costante a dispetto delle mutevoli condizioni dello storico tracciato di Uddevalla, Gautier ha concluso il GP con due terzi posti. Sulla sua FC 450, il francese ha raccolto gli stessi punti del secondo classificato Romain Febvre, ma ha dovuto accontentarsi del terzo posto a causa del miglior risultato del connazionale in Gara2. 

Max Anstie si è trovato di fronte a una montagna da scalare in entrambe le manche a causa di due brutte partenze. Il suo 13-8 gli vale l’undicesimo posto finale nel GP di #svezia

Nemmeno Max Nagl è stato baciato dalla fortuna nelle due manche domenicali. Mentre correva in quinta posizione nella prima manche, si è trovato coinvolto nella caduta di Romain Febvre, che gli ha causato per di più la rottura della leva del freno anteriore, obbligando il tedesco al ritiro. Analogamente, in Gara2 Nagl era quarto quando un altro pilota gli è atterrato sulla schiena. Dopo essere ripartito, il tedesco ha concluso in quindicesima posizione. 

Passando alla classe 250, il GP di #svezia si è dimostrato il migliore nella ancor breve carriera di Conrad Mewse. Incredibilmente veloce sulla sua #fc250, il giovane inglese del team #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing ha chiuso quarto in Gara1 e ottavo in Gara2, concludendo il GP in quarta posizione della #mx2

Per il suo compagno di squadra #thomascovington, il culmine del weekend svedese è stato l'impressionante vittoria in Gara2. Coinvolto nella caduta di un altro pilota che lo precedeva, l’americano ha invece dovuto accontentarsi del sedicesimo posto in Gara1. Il quinto posto finale del GP vale comunque importanti punti di campionato per Thomas. 

Lavorando duramente per migliorare la sua velocità durante tutto il weekend, #thomaskjerolsen ha concluso con un 9-4 che equivale alla sesta piazza finale della classe #mx2

Il team #rockstarenergyhusqvarnafactoryracing tornerà ora in azione nel round numero 17 del Campionato mondiale Motocross FIM 2017, previsto il prossimo 1 e 2 settembre a Jacksonville, negli Stati Uniti. 

Gautier Paulin: “Qui in #svezia abbiamo corso una buona gara. Con la pioggia di sabato e domenica mattina ci siamo ritrovati un fondo in condizioni variabili, e mi ci è voluto un po’ di tempo per raggiungere un buon feeling. Ma quando ci sono riuscito, ho trovato una buona velocità e la ho mantenuta in entrambe le manche. In Gara1 sono partito bene, e dopo qualche sorpasso sono riuscito a chiudere terzo. Quindi in Gara2 ho perso un po’ di tempo quando il cancelletto è caduto, ma la mia #moto funzionava così bene che già nella prima curva ero nei primi cinque. È stato difficile restare veloci su questa pista, è stata una gara molto tecnica. Ho spinto al massimo ottenendo un altro terzo posto, e sono contento di questo nuovo #podio.” 

Max Anstie: “Sentivo di avere la velocità per stare nella top 5 qui in #svezia, ma le cose non sono andate così. La qualifica mediocre mi ha complicato molto la vita nelle due manche. In Gara1 ero fuori dalla top 20 in partenza, e ho dovuto fare molti sorpassi. Credo di aver fatto il massimo che potevo, e ho chiuso tredicesimo. Poi in Gara2 mi sentivo in palla nonostante le condizioni mutevoli del tracciato. Di nuovo non sono partito benissimo e ho dovuto risalire il gruppo. L’ottavo posto finale è un risultato positivo, considerando la brutta partenza. Nel complesso sono soddisfatto della mia velocità, e non vedo l’ora di correre negli Stati Uniti.” 

Max Nagl: “Uddevalla mi piace molto, e avevo sensazioni positive venendo qua. Purtroppo la fortuna non mi ha assistito durante il weekend. La quarta posizione nella gara di qualificazione mi ha garantito un buon cancelletto per le due finali, e in Gara1 ero partito bene e stavo correndo in quinta posizione, ma a quel punto Romain Febvre mi è caduto davanti. Nell’impatto col terreno la leva del freno davanti si è rotta, e ho dovuto ritirarmi. In Gara2 ero partito di nuovo bene ed ero quarto, quando ho sentito un pilota atterrarmi sulla schiena. Siamo caduto, e quando sono risalito in sella ero ultimo. Nessuno di questi incidenti è stato colpa mia. Spero che il prossimo GP negli USA sia più fortunato.” 

Conrad Mewse: “Sono davvero contento di questo quarto posto finale in #svezia. È il mio miglior risultato in carriera in #mx2 e la miglior ricompensa per tutto l’impegno che ci abbiamo messo. Grazie al buon quinto posto in qualificazione ho potuto partire bene in Gara1, e nelle prime curve ero terzo. Dopo qualche giro le cose si sono assestate, e ho potuto concentrarmi su di me. Ho corso al mio passo e sono arrivato quarto. Poi in Gara2 non sono partito altrettanto bene, ero fuori dalla top 10 e sono lentamente risalito fino all’ottava posizione grazie a qualche bel sorpasso. Ora spero di mantenere questo slancio nelle ultime gare di campionato.” 

Thomas Covington: “Per me è stato un GP difficile, per cui sono soddisfatto di come si sono messe le cose e della vittoria in Gara2. Dopo la caduta nella manche di qualificazione non avevo un gran bel cancelletto, e dopo pochi giri un altro pilota mi è caduto davanti. Sono tornato in sella e ho iniziato a spingere, ma ho fatto un altro errore finendo fuori pista. Alla fine ho tagliato il traguardo sedicesimo. Per Gara2 ho deciso di fare alcune modifiche, cambiando la strategia in partenza. La cosa ha funzionato bene, e ho passato la prima metà gara in lotta nella top 3. Mi sono reso conto che la mia velocità era migliore dei piloti che mi precedevano, e mi sono portato in seconda piazza a cinque giri dal termine. Vedendo che Jeremy Seewer non riusciva ad aumentare il suo ritmo, ho deciso di provarci e sul salto prima dell’ultima curva ho tenuto il gas aperto riuscendo a piazzare il sorpasso vincente. Ora si va negli USA, e non vedo l’ora di correre sul mio terreno di casa!” 

Thomas Kjer-Olsen: “Sono soddisfatto della mia prestazione in Gara2. In Gara1 non ero riuscito ad avere un buon feeling. Faticavo a restare veloce, e ho dovuto accontentarmi del nono posto alla bandiera a scacchi. Ho deciso di affrontare Gara2 con un approccio del tutto diverso, e la cosa ha funzionato bene: pur essendo partito fuori dalla top 10, ho realizzato alcuni sorpassi e mi sentivo a mio agio sulla #moto: sono riuscito ad arrivare quarto al traguardo e sesto di giornata nel GP. Ora prendiamo le cose positive di Gara2 e ci prepariamo per l’appuntamento negli Stati Uniti.” 

Filtro avanzato