logo racing
racing
settembre 11, 2017 - Pirelli

Pirelli torna in pista a Portimão per il decimo round del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike con un nuovo pneumatico da Superpole® e un’inedita soluzione posteriore slick

Portimão (Portogallo), 11 settembre 2017 – Dal 15 al 17 settembre 2017 presso lo spettacolare Autódromo Internacional do Algarve di Portimão torna in scena il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike e Pirelli è pronta ad affrontare questo decimo round mettendo a disposizione dei piloti, oltre a soluzioni già più volte utilizzate, anche un nuovo pneumatico da Superpole® e un’inedita soluzione posteriore slick per i piloti della classe WorldSBK.
 
Il nuovo pneumatico posteriore da Superpole®, che come da regola i piloti possono utilizzare solo nella seconda sessione di Superpole®, è stato sviluppato da Pirelli con l’obiettivo di continuare ad offrire ai piloti la possibilità di effettuare due giri lanciati ma incrementando ancora di più le prestazioni offerte rispetto ai precedenti pneumatici da qualifica e rispetto alle normali soluzioni slick da gara.
La nuova soluzione slick posteriore da gara W0735 è stata progettata come ulteriore sviluppo della W0575, già usata dai piloti a Laguna Seca e Lausitzring, rispetto alla quale utilizza dei particolari accorgimenti strutturali.
In aggiunta a queste opzioni completamente nuove, i piloti del WorldSBK avranno la possibilità di verificare meglio anche le prestazioni della nuova soluzione morbida anteriore W0657 che è stata introdotta da Pirelli in occasione del round del Lausitzring ma in quell’occasione non ci sono state le condizioni per poterne verificare le reali potenzialità. Questa opzione utilizza infatti una mescola più morbida di quella della SC1 di gamma e per questo motivo dovrebbe assicurare un livello di grip all’anteriore molto elevato e quindi ideale per un circuito come quello di Portimão.
Anche i piloti della classe WorldSSP potranno contare su un nuovo anteriore di sviluppo, la nuova SC1 W0378 che ha esordito con successo nel round tedesco ed utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma con un diverso processo costruttivo di disposizione della mescola sulla carcassa.
 
Inoltre Pirelli, da sempre favorevole ad iniziative volte a supportare la crescita dei giovani talenti emergenti del motociclismo internazionale e promotrice di numerose attività in tal senso potendo sfruttare la propria duplice presenza nelle massime competizioni nazionali e nel Campionato Mondiale FIM Superbike, ha sposato l’iniziativa promossa da Yamaha Motor Europe di portare il diciottenne e promettente pilota indonesiano Galang Hendra Pratama, che corre con Yamaha nella classe Asia Production 250cc dell’Asia Road Racing Championship, a partecipare come wildcard nella classe WorldSSP300 proprio in occasione del round portoghese.

A tal proposito Giorgio Barbier, Direttore Attività Sportive di Pirelli Moto, ha dichiarato: "Siamo lieti di collaborare con Yamaha per incoraggiare ed aiutare ad emergere alcuni dei migliori giovani talenti motociclistici del mondo e, per lo stesso motivo, abbiamo deciso di supportare l’iniziativa Yamaha VR46 Master Camp. Per Pirelli, l'Asia è un mercato importante e in crescita e un paio di anni fa abbiamo inaugurato una nuova fabbrica proprio in Indonesia, quindi siamo sempre interessati a questo tipo di attività per aumentare la nostra presenza e visibilità nei mercati asiatici. Credo che il Campionato Mondiale FIM Supersport 300 sia il modo migliore per un giovane pilota per crescere e acquisire esperienza prima di fare il salto in classi più importanti".
 
L’Autódromo Internacional do Algarve è stato inaugurato nel 2008 su progetto dell’architetto Ricardo Pina ed è lungo 4592 metri con 9 curve a destra e 6 a sinistra. Il tracciato presenta una configurazione con una pendenza massima di 57 metri e raggi di curva che vanno da un minimo di 23 metri ad un massimo di 207 metri.
A distanza di dieci anni dalla sua inaugurazione il circuito portoghese ha certamente perso il carattere più aggressivo tipico dei nuovi asfalti e oggi offre meno grip e risulta meno severo di un tempo sugli pneumatici ma resta il fatto che, in generale, l’Autódromo Internacional do Algarve, è uno dei circuiti che mette maggiormente in risalto le capacità di un pneumatico di lavorare in condizioni molto differenti anche per via dei suoi saliscendi e delle impegnative curve cieche. Mentre il pneumatico posteriore è chiamato a passare da temperature basse a temperature elevatissime, quello anteriore deve assolvere altri compiti altrettanto impegnativi come quello di entrare in curva in modo rapido e preciso. A differenza del posteriore, che subisce poche ma intense sollecitazioni meccaniche/termiche, l’anteriore è costantemente impegnato in curve a percorrenza lente e ad ingresso rapido con raggio di curvatura piccolo. Questo costringe il pilota a frenate brusche, anche in discesa.
 
Il lunedì successivo al fine settimana di gara il circuito ospiterà inoltre gli ultimi test ufficiali di questa stagione e per l’occasione Pirelli farà provare alcune nuove soluzioni ai piloti anche nell’ottica di sviluppo e conferma della gamma 2018.
 
 
Le soluzioni per le classi WorldSBK e WorldSSP

A Portimão Pirelli si presenta con un totale di 4471 pneumatici dedicati alle esigenze dei piloti delle quattro classi del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike durante il fine settimana di gara.
 
Nel WorldSBK i piloti che accederanno alla seconda sessione di Superpole® potranno utilizzare un nuovo pneumatico posteriore da qualifica che, rispetto ai suoi predecessori, dovrebbe essere in grado di garantire una prestazione assoluta ancora più significativa permettendo quindi un abbassamento dei tempi ancora più elevato rispetto ai pneumatici slick da gara.
 
Per quanto riguarda questi ultimi in totale saranno sette le soluzioni a disposizione dei piloti che, come sempre, potranno essere sostituite da pneumatici intermedi e da pioggia in caso di maltempo.
Per l’anteriore sono confermate le quattro opzioni che sono state utilizzate nel precedente round del Lausitzring: oltre alle SC1 (morbida) e SC2 (media) di gamma, sarà quindi presente la soluzione di sviluppo SC1 V0952 che oltre che in Germania è già stata portata anche nei round di Aragón, Assen, Imola, Donington, Misano e Laguna Seca e che utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma ma presenta differenti soluzioni strutturali. La quarta soluzione è costituita dalla SC1 di sviluppo W0657 che è stata introdotta da Pirelli in occasione del round del Lausitzring. Quest’ultima opzione utilizza una mescola ancora più morbida di quella della SC1 di gamma e per questo motivo dovrebbe assicurare un livello di grip all’anteriore ancora più elevato.
 
Al posteriore, Pirelli propone tre soluzioni, due in mescola morbida e una in mescola media. Oltre alla SC0 di sviluppo W0575 introdotta a Laguna Seca e portata anche a Lausitzring e che utilizza la stessa mescola della SC0 di gamma ma soluzioni e accorgimenti strutturali già utilizzati con successo in passato, per questo round Pirelli propone una nuova soluzione morbida di sviluppo, la W0735, che si differenzia dalla soluzione di gamma ma anche dalla W0575 perché presenta delle soluzioni strutturali differenti. La terza ed ultima soluzione sarà quella costituita dalla SC1 di gamma, che offre una durezza media della mescola che si posiziona a metà strada tra la soluzione morbida e quella dura. La SC1 è la soluzione più gettonata quando, magari per il troppo freddo oppure per via di un asfalto particolarmente abrasivo, le mescole morbide non possono essere utilizzate.
 
Per la classe WorldSSP Pirelli conferma le soluzioni già viste in azione a Lausitzring. Per quanto riguarda l’anteriore, oltre alle SC1 e SC2 di gamma Pirelli porta la nuova SC1 di sviluppo W0378 che ha debuttato proprio nel round tedesco e che utilizza la stessa mescola della SC1 di gamma ma con un diverso processo costruttivo di disposizione della mescola sulla carcassa.
Due le opzioni per il posteriore: la SC0 di gamma, soluzione morbida, e la SC1 di sviluppo V1201, soluzione media di sviluppo che utilizza la medesima mescola della SC1 di gamma rispetto alla quale dovrebbe garantire una migliore resistenza meccanica alle basse temperature.
 
 
Le statistiche 2015 Pirelli per Portimão
 
• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 4433
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 6 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 34 anteriori e 34 posteriori
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 5 anteriori e 5 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 25 anteriori e 26 posteriori
 
• Best Lap Awards Superbike entrambi vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'42.637 (Gara 1, 3° giro) e in 1'43.034 (Gara 2, 2° giro)
 
• Best Lap Awards Supersport vinto da: Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing),in 1'45.411 (7° giro)
 
• Temperatura in Gara 1: aria 25° C, asfalto 29° C
 
• Temperatura in Gara 2: aria 30° C, asfalto 37° C
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 308,6 km/h, realizzata da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) in Gara 2 al 6° giro
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 278,4 km/h, realizzata da Lorenzo Zanetti (MV Agusta Reparto Corse) al 3° giro.

Filtro avanzato