logo racing
racing
marzo 13, 2019 - Nissan

La Formula E e Nissan Futures - accendono i riflettori sul futuro della mobilità elettrica

Nissan si conferma protagonista in occasione della 50a gara di Formula E a Hong Kong

HONG KONG – Lo scorso fine settimana, il futuro della mobilità elettrica è arrivato a Hong Kong con il campionato di Formula E ABB FIA, dedicato alle corse su strada per veicoli elettrici e con la settima edizione di Nissan Futures, l’evento organizzato per affrontare le esigenze della mobilità globale.

Come primo marchio automotive giapponese del campionato, Nissan partecipa per diffondere ulteriormente la Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società.

Organizzato a margine della 50a gara di Formula E, l’evento Nissan Futures ha riunito figure di spicco ed esponenti dei media con l’obiettivo di intraprendere una discussione sulle mutevoli esigenze della mobilità e sul futuro delle metropoli nell’area dell’Asia e dell’Oceania.

Mentre il team Nissan e.dams gareggiava sul circuito di Hong Kong e per la seconda volta assumeva il comando in una gara di Formula E, Nissan confermava il suo impegno a favore dell’elettrificazione all’interno della regione.

Nissan ha annunciato che entro il 2020 la nuova Nissan LEAF sarà disponibile in Indonesia e nelle Filippine. La maggiore diffusione del veicolo elettrico più venduto al mondo è un aspetto importante del piano a medio termine Nissan M.O.V.E. to 2022, che tra gli obiettivi prevede di elettrificare un quarto delle vendite.

Per sottolineare il legame tra l’E-Prix di Hong Kong e Nissan Futures, nella giornata di venerdì i piloti di Formula E Sébastien Buemi e Oliver Rowland hanno partecipato all’evento insieme a Michael Carcamo, Global Motorsport Director di Nissan, unendosi ai rappresentanti della stampa per contribuire al dibattito sul campionato elettrico e sul futuro degli sport motoristici.

Una volta tornati in pista, Oliver Rowland ha messo a segno il miglior tempo nel suo gruppo di qualifica, conquistando la prima fila nella griglia di partenza e restando al comando durante i giri iniziali.

“Organizzando Nissan Futures negli stessi giorni dell’E-Prix di Hong Kong, Nissan è riuscita a evidenziare ancora una volta il proprio impegno nella mobilità elettrica” ha commentato Carcamo. “È stata una tappa storica per la Formula E, che ha raggiunto quota 50 gare e proprio in questa occasione Nissan e.dams ha avuto l’onore di restare al comando per una parte della competizione”.

Ha mantenuto un buon ritmo anche Sébastien Buemi, già vincitore di un’edizione del campionato, che è riuscito ad arrivare in sesta posizione per poi ritirarsi a causa di un problema alle sospensioni. Anche Rowland ha riscontrato un problema tecnico che lo ha costretto al ritiro.

Dopo una fase in testa, nelle prime battute della gara, Rowland ha perso tempo prezioso a seguito di un tamponamento nel primo tornante. L’impatto ha provocato l’attivazione del limitatore di velocità, normalmente utilizzato in regime di Full Course Yellow.

“Ovviamente il nostro obiettivo è concludere la gara in prima posizione, ma siamo solo alla quinta tappa e il campionato è molto complesso” ha proseguito Carcamo. “Siamo delusi dai risultati di oggi, ma nelle ultime tre gare abbiamo mantenuto un ritmo eccezionale, perciò continueremo a lavorare sodo in vista della tappa cinese di Sanya, prevista tra due settimane”.

La Formula E si conferma un campionato ad alto tasso competitivo: nelle cinque gare di questa quinta edizione, i piloti che hanno conquistato la pole position sono stati sempre diversi.

Jean-Paul Driot, Team Principal di Nissan e.dams, ha dichiarato: “Oggi abbiamo dimostrato ancora una volta di avere l’andatura giusta e i risultati, per quanto deludenti, ci invogliano a lavorare ancora di più in vista della prossima tappa in Cina. Analizzeremo i problemi che ci hanno costretto al ritiro e cercheremo di apportare migliorie per il futuro. L’aspetto positivo è che abbiamo due piloti velocissimi, perciò siamo certi che i successi non tarderanno ad arrivare per Sébastien e Oliver”.

DICHIARAZIONI DEI PILOTI

Sébastien Buemi

“Le prestazioni della vettura sono state eccellenti, tanto da farmi guadagnare qualche posizione prima del problema alle sospensioni.”

“Sono deluso, ma ancora una volta abbiamo dimostrato l’incredibile potenziale delle nostre batterie. È una sfida imprevedibile ed è proprio questo che rende il campionato così complesso.”

“L’unica cosa che possiamo fare è continuare a lavorare sodo ed è quello che faremo tra due settimane a Sanya.”

Oliver Rowland

“L’auto ha dimostrato una buona velocità, perciò oggi ero davvero convinto che potessimo vincere. Abbandonare la gara è frustrante, ma continueremo a impegnarci per ottenere il risultato che meritiamo.”

“Negli ultimi due weekend ho dimostrato di essere un avversario temibile, cosa che mi riempie di orgoglio. Sono un esordiente in questo campionato, ma il ritmo è quello giusto e ovviamente il mio obiettivo è quello di portare Nissan e.dams sul podio.”

“Tra due settimane ci riuniremo in Cina, dove cercheremo di dare il massimo come abbiamo sempre fatto.”