logo racing
racing
maggio 12, 2019 - Pirelli

Nel WorldSBK Rea ai aggiudica anche la Superpole® Race mentre nel WorldSSP Krummenacher vince la terza gara stagionale, cancellate per maltempo Gara 2 e quella del WorldSSP300

Imola (Italia), 12 maggio 2019 – Per il secondo round consecutivo il maltempo gioca un ruolo da protagonista nel Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike compromettendo il regolare svolgimento delle gare in programma nel fine settimana.
Dopo la pioggia e la neve caduta nell’ultimo round corso ad Assen, l’appuntamento presso l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola non ha goduto di sorte migliore costringendo la Direzione Gara a cancellare Gara 2 del WorldSBK e la gara del WorldSSP300 per via della forte pioggia che è caduta sul circuito a partire dalle primissime ore del pomeriggio.
Questo non ha però compromesso le gare che si sono svolte nella mattinata, ovvero la WorldSBK Tissot Superpole® Race, vinta da Jonathan Rea su Kawasaki, e la gara del WorldSSP600, conquistata da Randy Krummenacher su Yamaha.
Il quattro volte Campione del Mondo della casa di Akashi conquista così punti importanti in ottica campionato.

Pirelli dal fine settimana imolese ha ricavato comunque utili informazioni in ottica sviluppo pneumatici. La nuova posteriore slick in mescola morbida ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter dare del filo da torcere alla SC0 di gamma. Per questo motivo questa soluzione andrà sicuramente ulteriormente valutata in successive gare. Da approfondire anche la nuova SCX che purtroppo ad Imola, anche per via delle condizioni climatiche, è stata poco utilizzata.
Per quanto riguarda le soluzioni destinate alla WorldSSP la nuova SC0 posteriore della gamma 2019 si è confermata essere decisamente migliorativa rispetto alla soluzione del 2018.   
 
WORLDSBK TISSOT SUPERPOLE® RACE:
 
Nella Tissot Superpole® Race, che si corre sulla distanza di 10 giri, i piloti hanno utilizzato tutti pneumatici slick seppur con sostanziali differenze di scelta. Come già in Gara 1, alla partenza Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) scatta sùbito bene superando il poleman Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R). Quest’ultimo viene sopravanzato anche dal compagno di squadra Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R) che si porta in scia a Rea. Le posizioni restano tali fino al settimo giro quando Davies riconquista la seconda posizione ai danni dello spagnolo portando progressivamente a tre secondi il vantaggio sul compagno di squadra.
Anche nella Tissot Superpole® Race il Campione del Mondo in carica Jonathan Rea riesce ad imporre il suo ritmo andando così a tagliare il traguardo per primo davanti ai piloti Ducati, Chaz Davies e Álvaro Bautista, rispettivamente secondo e terzo. Alle spalle dei piloti da podio si classificano le Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes, in quarta e quinta posizione, e le Kawasaki di Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu, sesto e settimo sul traguardo.
 
Classifica WorldSBK Tissot Superpole® Race:

1) J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
2) C. Davies (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R)
3) Á. Bautista (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R)
4) M. Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
5) A. Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
6) L. Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
7) T. Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
8) T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW S1000 RR)
9) J. Torres (Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
10) M. Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW S1000 RR)
11) T. Bridewell (Team Goeleven / Ducati Panigale V4 R) – sostituto di Eugene Laverty
12) L. Zanetti (Motocorsa Racing/ Ducati Panigale V4 R) - Wild Card
13) S. Cortese (GRT Yamaha WorldSBK / Yamaha YZF R1)
14) H. Barbera (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-10RR)
15) M. Rinaldi (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
16) R. Kiyonari (Moriwaki Althea Honda Team / Honda CBR1000RR)
17) M. Melandri (GRT Yamaha WorldSBK / Yamaha YZF R1)
18) A. Delbianco (Althea Mie Racing Team / Honda CBR1000RR)

WORLDSSP GARA:
 
Dopo la Tissot Superpole® Race, alle 12.15 locali ha preso il via la gara del Campionato Mondiale FIM Supersport con Randy Krummenacher (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) in pole position.
Al via Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6), partito dalla terza posizione, riesce a sopravanzare entrambi i piloti del Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team e a portarsi in testa. Nel corso del secondo giro viene esposta la bandiera bianca perché nel settore 2 inizia a piovere.
Nel corso del settimo giro sia Krumennacher che Caricasulo riesco a riconquistare le posizioni perse in partenza con un sorpasso ai danni del pilota francese.
Nel corso del decimo giro Thomas Gradinger, Lucas Mahias e Jules Cluzel sono coinvolti in un incidente per un contatto nella S che precede il rettilineo d’arrivo. I primi due sono costretti al ritiro mentre il francese della Yamaha perde posizioni scivolando all’ottavo posto. Dietro alla coppia Krummenacher-Caricasulo si posizionano così Raffaele De Rosa e Massimo Roccoli.
Quanto mancano quattro giri dal termine Federico Caricasulo (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) riesce a portarsi in testa alla corsa mentre inizia a piovere nel settore 4. Purtroppo il pilota italiano ha dei problemi tecnici nel corso dell’ultimo giro e scopre il fianco al compagno di squadra che lo sorpassa riportandosi in testa.
Randy Krummenacher (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) ottiene così il suo terzo successo precedendo sul traguardo il compagno di squadra, Federico Caricasulo, e Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675), ottimo terzo. Da registrare il brutto incidente sul finale per Massimo Roccoli, wild card in questa gara.
 
Classifica WorldSSP:
 
1) R. Krummenacher (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6)
2) F. Caricasulo (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6)
3) R. De Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
4) H. Okubo (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
5) A. Badovini (Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-6R)
6) I. Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
7) J. Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
8) L. Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
9) H. Soomer (MPM WILSport Racedays / Honda CBR600RR)
10) P. Sebestyen (CIA Landlord Insurance Honda / Honda CBR600RR)
11) J. Danilo (CIA Landlord Insurance Honda / Honda CBR600RR)
12) L. Cresson (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
13) K. Smith (Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-6R)
14) F. Fuligni (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
15) M. Herrera (MS Racing / Yamaha YZF R6)
16) R. Hartog(Team Hartog - Against Cancer / Kawasaki ZX-6R)
17) J. Van Sikkelerus (MPM WILSport Racedays / Honda CBR600RR)
18) L. Ottaviani (SGM Tecnic / Yamaha YZF R6)
19) N. Calero (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R)
RT) M. Roccoli (Team Rosso Corsa / Yamaha YZF R6)
RT) A. Coppola (GEMAR - Ciociaria Corse WorldSSP Team / Honda CBR600RR)
RT) G. Ruiu (Team Toth / Yamaha YZF R6)
RT) G. Van Straalen (EAB Racing Team / Kawasaki ZX-6R)
RT) T. Gradinger (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
RT) F. Massei (DK MOTORSPORT / Yamaha YZF R6)
 
Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per le gare WorldSBK e WorldSSP:
 
Nella Gara Tissot Superpole i piloti hanno effettuato scelte molto variegate anche e soprattutto per via delle condizioni metereologiche incerte. Ad ogni modo, tutti hanno optato per soluzioni slick da asciutto. L’opzione in assoluto più utilizzata all’anteriore si è confermata essere la SC1 di gamma in 125/70 (opzione A) scelta da ben 16 dei 18 piloti in griglia. Al posteriore si è vista una predominanza della SC0 di gamma in 200/65 (opzione B) ma Álvaro Bautista, Markus Reiterberger, Toprak Razgatlioglu e Hector Barbera hanno preferito optare per la nuova soluzione SCX, pensata proprio da Pirelli per essere utilizzata nel corso della Superpole® e nella gara breve anche se con temperature dell’asfalto un po’ più elevate rispetto a quella registrate nella giornata di oggi.
 
Nella gara WorldSSP la maggioranza dei piloti ha deciso di affidarsi a soluzioni di gamma. In particolare 24 dei 25 piloti schierati in griglia hanno utilizzato al posteriore la SC0 di gamma 2019 (opzione B) mentre all’anteriore l’opzione più utilizzata è stata la SC1 di gamma (opzione A).
 
Le statistiche Pirelli per WorldSBK Tissot Superpole® Race:
 
• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati / Ducati Panigale V4 R),in 1'45.727 al 7° giro
 
• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma 125/70 (16 su 18 piloti)
 
• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma 200/65 (10 su 18 piloti)
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 286,7 km/h, realizzata da Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) al 7° giro
 
• Temperatura aria: 13° C

• Temperatura asfalto: 17° C
 
Le statistiche Pirelli per la WorldSSP:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Randy Krummenacher (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6), in 1'51.186 al 16° giro
 
• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (14 su 25 piloti)
 
• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma 2019 (24 su 25 piloti)
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 254,3 km/h, realizzata da Federico Caricasulo (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) al 3° giro
 
• Temperatura aria: 14° C

• Temperatura asfalto: 20° C