logo racing
racing
giugno 10, 2019 - Ferrari

Ferrari Challenge North America, Montreal 2019

La gara del #Ferrarichallenge a #Montreal aveva da poco superato i dieci minuti dal via quando un incidente causato da una perdita d’olio di Lisa Clark (Scuderia Corsa, #Ferrari of Beverly Hills) ha generato una carambola che escludeva dalla corsa molte vetture e rendeva necessario l’ingresso della Safety Car ma, nonostante il grande impegno profuso dai commissari di percorso, non era possibile riprendere la gara.

Trofeo Pirelli. Cooper MacNeil (Scuderia Corsa, #Ferrari of Westlake) si è aggiudicato il successo davanti a James Weiland (Ferrari of San Francisco) e Benjamin Hites (The Collection). MacNeil aveva iniziato a costruire un piccolo margine prima della neutralizzazione della corsa. Alle sue spalle, Thomas Tippl (Scuderia Corsa, #Ferrari of Beverly Hills)  non è stato autore di una buona partenza, perdendo alcune posizioni. Marc Muzzo (Ferrari of Quebec) è stato uno dei piloti che ha beneficiato di questo episodio e il canadese ha fatto vedere un passo molto buono almeno sino all’ingresso della Safety Car.

Trofeo Pirelli AM. Ziad Ghandour (Boardwalk Ferrari) ha conquistato la vittoria davanti a Barry Zekelman (Ferrari of Ontario) e Neil Gehani (Continental Autosports) sono rimasti invischiati nel contatto alla curva 13 generato dai problemi tecnici di Lisa Clark. Questo ha permesso a Ghandour di aggiudicarsi il successo davanti a Dave Musial (Ferrari of Lake Forest) e Jose Valera (Ferrari of Ft Lauderdale).

Coppa Shell. Mark Issa (Ferrari of Atlanta) è salito ancora una volta sul gradino più alto del podio, battendo Claude Senhoreti (Ferrari of Ft Lauderdale). Quest’ultimo è riuscito a superare Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) nel primo giro prima che la Safety Car congelasse le posizioni in pista.

Coppa Shell AM. Eric Marston (Scuderia Corsa, #Ferrari of Westlake)  è stato autore di una gara molto efficace con tempi sul giro tali da passare Jay Schreibman (Cauley Ferrari) e controllare il gruppo dei piloti della Coppa Shell AM alle sue spalle. Anche Brad Horstmann (Foreign Cars Italia) e Gianni Grilli (Ferrari of Quebec) sono riusciti a scavalcare il pilota di Cauley #Ferrari che ha pagato più di altri la confusione del primo giro.