logo racing
racing
settembre 15, 2020 - Renault

RENAULT DP WORLD F1 TEAM AL GRAN PREMIO PIRELLI DI TOSCANA DI FORMULA 1 2020

Daniel Ricciardo e Renault DP World #f1 Team hanno concluso a un soffio dal podio questo Gran Premio Pirelli di Toscana appassionante e ricco di incidenti che hanno comportato diversi interventi della safety car e due bandiere rosse. #estebanocon è stato costretto a ritirarsi per un problema ai freni.

Daniel ha tagliato il traguardo a soli 2’’3 dal terzo posto, dopo cinquantanove giri e circa due ore e mezza di una gara emozionante in Italia, dove una serie di incidenti ha causato due nuove partenze.

Entrambi i piloti hanno realizzato una partenza pulita. Daniel si è portato in sesta posizione mentre Esteban puntava alla decima posizione alla fine del primo giro. Dopo un primo intervento della safety car, entrambi sono riusciti ad evitare i problemi durante una ripresa caotica in cui un incidente, che ha coinvolto diverse auto, ha comportato una prima bandiera rossa.

Un problema ai freni è stato riscontrato sulla monoposto di Esteban, che è stato così costretto a ritirarsi prima della nuova partenza da fermo. Daniel ne ha approfittato per proseguire la sua rimonta in classifica e un ottimo pit stop realizzato in 2’’7 per passare alle medium al ventisettesimo giro gli ha consentito di portarsi in terza posizione prima dell’appassionante sprint finale per l’ultimo gradino del podio.

Il secondo intervento della safety car si è, tuttavia, trasformato in bandiera rossa causando un nuovo assembramento sulla griglia di partenza. Daniel, con le gomme soft, si è dimostrato il più veloce a raggiungere i 200 km/h in una partenza lampo che gli ha fruttato la seconda posizione.

Nonostante gli eroici sforzi, l’Australiano ha dovuto cedere il secondo posto un giro dopo e il terzo posto a nove giri dalla fine. Daniel ha tagliato il traguardo in quarta posizione per la terza volta nella stagione.

Daniel Ricciardo – Partenza: 8° – Arrivo: 4°  

«Sono veramente contento di questa gara e anche stavolta eravamo a un soffio dal podio. È stata una lunga giornata con un’intensa gara a causa degli incidenti e delle sospensioni della

corsa, ma la cosa importante è che tutti i piloti stiano bene. Verso la fine, eravamo in terza posizione, per cui è un peccato che ci sia sfuggita per così poco nel finale. Non potevamo avvicinarci di più, ma continueremo a spingere per farcela. Abbiamo realizzato delle belle partenze, abbiamo superato Valtteri [Bottas], ma lui ed Alex [Albon] erano troppo veloci perché durasse. Dopo tutto questo, fa un pò male non essere sul podio, ma questo quarto posto è comunque un ottimo risultato

Esteban Ocon – Partenza: 10° – Ritirato

«Abbiamo avuto un problema di surriscaldamento dei freni ed è il motivo per cui, oggi, ci siamo ritirati. I freni posteriori andavano a fuoco dietro alla safety car, fatto che ha danneggiato il posteriore della monoposto e il sistema frenante. Non abbiamo potuto far recuperare posizioni all’auto durante la bandiera rossa. Eravamo ben piazzati all’inizio, ma ho dovuto prendere la traiettoria esterna, per cui io e Carlos [Sainz] abbiamo perso qualche posizione. Sentivo che avevamo il ritmo giusto per fare dei bei punti. Mi sembrava che fosse una bella gara con tanta azione. È una follia quest’anno ed è tanto più interessante perché offre più occasioni di ottenere grandi risultati

Cyril Abiteboul, Direttore Generale

«Dopo tutte queste montagne russe di emozioni da venerdì, è buona cosa essere delusi per il quarto posto! Crediamo nel podio da un bel pezzo e il team probabilmente lo meritava, ma Alex Albon aveva un ritmo migliore con la Red Bull nell’ultima ripartenza. È stata una gara molto movimentata, ma penso che abbiamo preso tutte le decisioni giuste. Daniel ha fatto una splendida performance per ottenere questo posto in classifica. L’unico rimpianto è aver avuto una sola auto in quest’incredibile gara dopo il ritiro di Esteban a causa del surriscaldamento dei freni. Sarà necessario analizzare e studiare il problema alla radice. Il punto positivo principale di questo weekend è che non dovremmo mai dar nulla per scontato. Siamo venuti qui aspettandoci un weekend molto difficile, con una pista le cui caratteristiche di solito non giovano alla nostra monoposto, ma siamo comunque riusciti a farle fare una buona performance.  Questo è indice, ancora una volta, del fatto che possiamo ottenere ancora di più dalla monoposto mentre i nostri stabilimenti sviluppano le future evoluzioni. È stato anche un primo fantastico evento al #mugello, uno splendido circuito per i piloti e le loro auto!»