logo racing
racing
settembre 16, 2020 - Rudy Michelini

Targa Florio amara per Rudy Michelini: brusco stop nella corsa al titolo "asfalto"

Il portacolori della scuderia #movisport costretto al ritiro nella prima prova speciale del quarto appuntamento di Campionato Italiano Rally, a seguito del verificarsi di una problematica non ancora definita. Una gara iniziata in salita, con il "miracolo" da parte del team che ha permesso al pilota lucchese di prendere parte alla gara dopo l'incidente dello shakedown. 

Lucca, 16 settembre 2020

Una dinamica non ancora chiarita, verificatasi sui chilometri della prima prova speciale della Targa Florio: questa la variabile costata il ritiro a #rudymichelini nel quarto appuntamento di Campionato Italiano Rally, particolare che ha bruscamente interrotto la partecipazione in quella che rappresentava una valida occasione per cementare la prima posizione nella classifica riservata agli "asfaltisti" ed il terzo posto nella classifica assoluta tricolore.

Al volante della Volkswagen Polo R5 messa a disposizione dal team P.A. #racing, #rudymichelini ed il copilota Michele Perna si erano resi protagonisti di un'uscita di strada nei 2,95 chilometri della "Collesano" previsti dallo shakedown, con la vettura compromessa a seguito dell'urto che ha interessato sia la parte anteriore che posteriore. Una problematica risolta a tempo record dai tecnici del team, artefici di un risultato che ha permesso al portacolori della scuderia #movisport di presentarsi alla fotocellula di avvio della prima prova speciale, contesto che ha decretato la definitiva resa del pilota lucchese.

Una sfortunata parentesi che - tuttavia - non ha compromesso le ambizioni di risalita di Michelini che, attualmente, si vede costretto a cedere la leadership "asfalto", distante quattro punti, mantenendo invariate aspettative da podio nella "generale", cornice che lo vede adesso in quarta posizione.

"Confidavamo in una pronta risposta su queste strade - il commento di #rudymichelini - dopo un Rally Il Ciocco che ci ha visto rallentare la corsa. Tengo a ringraziare tutto il team per gli sforzi che ci hanno permesso di prendere parte alla gara dopo l'uscita di strada dello shakedown. In particolare tengo a sottolineare la celerità del reparto carrozzeria, che ha lavorato in tempi stretti per garantirci la partenza. Il dispiacere è enorme, siamo consapevoli di aver gettato al vento una grande occasione ma anche di poter guardare alla fase decisiva della stagione con immutate aspettative".